La vostra collezione di musica potrebbe contenere dischi fin troppo danneggiati per essere riprodotti. Ma aspettate: prima di gettarli nel cestino, ecco alcuni trucchi che potreste provare!

Duplicateli

Alcuni programmi per masterizzare CD sono abbastanza potenti per recuperare il contenuto di un disco danneggiato. Su un Linux, ddrecscue è in grado di leggere i CD audio, mentre il Nero’s BackItUp può rallentare la velocità del drive per effettuare più letture del disco.

Strofinatelo

Utilizzando un abrasivo debole, come il dentifricio a base di bicarbonato di sodio, può ridurre i graffi più lievi. Utilizzatene una piccola quantità su un tessuto senza cotone, e strofinate i graffi in modo molto delicato per 10 o 12 volte. Sciacquatelo sotto acqua tiepida e lasciate asciugare.

Inceratelo 

Applicate una piccola quantità di cera per auto liquida, o vaselina con, di nuovo, un panno morbido senza cotone, e strofinate dall’interno verso l’esterno. Se funziona, copiate immediatamente il disco con un programma di masterizzazione, prima che la cera inizi a deteriorarsi sulla superficie del CD.

Scaldatelo

Utilizzando una lampada da scrivania, o qualunque lampada che funzioni a 60 watt e sia incandescente, tenete il disco (con il lato registrato verso l’alto) a 10 centimetri dalla lampada per circa 20 secondi. Mentre è ancora caldo, provate ad utilizzare il CD.

 

Category : CD

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *